COME TRASFORMARE UN POST DEL BLOG IN CONTENUTI PER I SOCIAL

Se quello che cercate è più visibilità per il vostro blog e non sapete come fare, non perdete questo articolo.

Come trasformare i lunghi post del blog in short form adatti per i social media?

Vediamo insieme alcuni semplici passaggi per smontare e ricostruire il vostro post blog.

Trasformate i passi chiave in citazioni

Potrà sembrare banale e scontato, ma il vostro post contiene più spunti interessanti e indipendenti di quanto pensate. Rileggete bene il post ed elencate i passaggi più significativi trasformandoli in brevi paragrafi o ancora meglio frasi di senso compiuto.

Scegliete il vestito giusto

Se le 1200 battute del vostro contenuto originario miravano all’approfondimento e ad una lettura più attenta e prolungata ora i post brevi richiedono una presentazione completamente diversa e adatta ad un pubblico social. Che siano immagini, gif, brevi video poco importa, quello che conta è catturare l’attenzione dei follower. Via libera alla creatività.

A tutto copy

Il più è fatto. Individuati i blocchi di testo principali da trasformare in post social e scelto il formato più adatto è ora di passare alla scrittura, ovvero alla parte copy. Sia che si tratti di una semplice condivisione del post blog o di un contenuto nuovo o rielaborato, non perdiamo di vista l’obiettivo: catturare l’attenzione, incuriosire e invogliare all’approfondimento e quindi rimandare l’utente al post blog originario. Per prima cosa evitiamo di riportare lo stesso titolo e la stessa descrizione del post originario. Dobbiamo incuriosire non ribadire. Concentriamoci sul perché quel contenuto può essere d’interesse per il nostro pubblico e esordiamo, per esempio, con una domanda che troverà poi risposta nel post blog. Se nel post riportiamo dei risultati di un’importante indagine di mercato, per esempio, non riveliamo tali dati nell’incipit del nostro nuovo post ma limitiamoci a una domanda in cui si chiede al nostro pubblico di ipotizzare la risposta giusta. È un ottimo modo per coinvolgere gli utenti e spingerli alla lettura.

Aggiungete parole chiave, hashtag, tag ed emoji

In poche parole mettete in risalto tutto ciò che ritenete importante. Come prima cosa potreste assegnare ai post una parola chiave o uno slogan che ne identifichi il tema: intervista, se si tratta di un’intervista, Tech se si tratta di un contenuto inerente la tecnologia e così via. Le keywords del vostro post blog si trasformano poi in hashtag e il bon ton dei social prevede di non esagerare mai con la quantità e limitarsi a quelli che rendono il post efficace: non più di uno o due per Facebook e Twitter e non più di undici per Instagram.

Favorite la lettura e non fate scappare gli utenti

Bene, il post è pronto. Ricordate che ogni piattaforma mostrerà il vostro post in maniera completamente diversa quindi usate i dovuti accorgimenti come già fatto per il post blog originario. Lasciate dello spazio bianco tra un paragrafo e l’altro che non devono essere più di due, soprattutto tra il testo e gli hashtag. Su Twitter gli hashtag solo alla fine e l’abbreviazione del link condiviso è d’obbligo.

La trasformazione del vostro post blog è terminata, ma ricordate che quello che conta è mantenere sempre l’intenzione e il valore per il pubblico intatti.

Trasformare contenuti non è mai facile ma con gli accorgimenti giusti i risultati non si faranno attendere!